Post più popolari

venerdì 11 luglio 2014

Connubio

Le lacrime copiose del cielo greve  si mischiano con la pioggia abbondante dei miei occhi stanchi 

giovedì 22 maggio 2014

Mosaico

E dopo un'immensità ti ho di fronte...
Avida di te catturo il tuo essere...
Il tuo naso regolare ed interessante,
La tua bocca carnosa e discreta,
I tuoi occhi scuri e profondi,
Le tue mani morbide e sapienti,
Nel mio cuore il mosaico di te,
Nella mia mente la tua voce,
Sul mio corpo il tuo profumo,
Il tuo respiro, il tuo sguardo,
Ecco... Tasselli di te che mi aiuteranno a viverti... 
Mentre attendo il prossimo incontro...

sabato 17 maggio 2014

Indifferenza

Un fulmine attraversa questo cielo plumbeo primaverile.
Sono assorta a pensare a quell'amore così speciale, unico... Così perfetto da non sembrare nemmeno vero.  Un amore importante, raro, impegnativo, delicato ed intenso... Come il profumo dei gelsomini nell'aria.
Penso a quest'amore, mi chiedo il perché di questo dono... Meritato oppure prova d'appello in un momento della vita nel quale solitamente si è portati a fare bilanci ??
Io, a quest'amore tanto complicato quanto meraviglioso, ho donato tutta me stessa... Mente, cuore, anima... Ogni secondo delle mie giornate, delle mie notti insonni... Ogni poro della mia pelle... Tutto il mio erotismo, la mia sensualità, la mia disponibilità... La mia vita.
Ma pur essendo un amore straordinario, unico, irripetibile richiede l'impegno di entrambi, il desiderio di nutrirlo quotidianamente, curarlo attentamente rendendo i momenti di attesa e lontananza parentesi di creatività personale, privata... Segreti inconfessabili al mondo... Solo è soltanto nostri...
La pioggia, che inizia a cadere, si confonde con le mie lacrime, mentre tutto il mio essere si ribella alla fine assurda, silente, insignificante ed ingiusta di un amore così... 
Un amore così merita struggimento, dolore, consunzione, lacrime di entrambi...un amore così dovrebbe lasciare su entrambi i cuori una cicatrice indelebile affinché non si dimentichi... Mai...
Ed invece... Quest'amore è morto agonizzando solo per uno di noi... Un giorno, tra noi hai deciso di voltargli le spalle, di non curarlo più, di non nutrirlo e non ascoltare le sue richieste di aiuto...
Buio, solitudine, strazio, incredulità, abbandono hanno popolato, per mesi, le mie giornate e le mie notti,
Ma il dolore più grande ora è quello che provo nell'essere diventata indifferente a tutto questo... E questo mi uccide


lunedì 12 maggio 2014

Amore Negato

Un dolore acuto allo sterno, lo stomaco rifiuta anche l'acqua,
La mente inesorabilmente mi riporta alla magia vissuta insieme,
Un respiro... Un sorriso... Un profumo... Uno sguardo...
Due anime che si fondono in una, 
Due sonni agitati che unendosi creano un sogno solo, morbido, rassicurante,

Esistono persone che cercano un amore così per tutta una vita senza trovarlo,
Ed esistono persone che lo incontrano e dopo l'iniziale entusiasmo, si spaventano, lo temono e lo ripudiano, in nome di un castello di sabbia, di una gabbia dorata, di una famiglia che non esiste se non sulla carta... Lo seppelliscono per paura del cambiamento di status sociale...
Meglio un sopravvivere asettico senza problemi, che un vivere ogni attimo di vita, affrontando il mondo...

Allontanarsi gradualmente, ma inesorabilmente... Dal parlarsi al tacere definitivamente... Rientrare nei ruoli di sempre... Sopravvivendo come sempre...

Questo non impedirà a me di continuare a sentire il tuo profumo che mi inebria,
A te di continuare a sfiorare la mia pelle ingorda delle tue mani, delle tue labbra.
A noi di ricordare rivivendo tutto più e più volte... Riascoltando i nostri gemiti soffocati di piacere... Sentendo la pressione delle nostre dita sulla labbra... Tra le cosce... Il miele caldo che scorre sul corpo e non riesce a raggiungere i nostri umori perché fermato da una lingua avida ed attenta...

Soli... Ciascuno con la sua vita... Complicata, pesante, difficile... Ma nessuno può cancellare la magia di un vero amore... Nemmeno chi quest'amore lo rinnega...








martedì 22 aprile 2014

Coltivare

Nutrimi con le tue gesta,
Dissetami con i tuoi scritti,
Ho tanto bisogno di te...
Leggerti mi riscalda,
Guardare una tua foto placa la tristezza continua che attanaglia il mio cuore,

Vivo di ricordi per accorciare le distanze,
Una risata, uno sguardo, le tue labbra,
Di notte mi addormento con il tuo profumo che mi avvolge,
Le nostre mani che si sfiorano,

Un'immagine che richiama al gioco,
Sensuali ombre di erotismo che invadono i sensi,
Desideri inespressi che scoppiano nella testa, nel corpo,

Ascoltami, leggimi, rispondimi, rassicurami, coccolami...

Ti accetto come sei, per ciò che sei, per come hai deciso di essere, di vivere,

Io non ti amo perché ho bisogno di te,
Io ho bisogno di te perché ti amo


giovedì 17 aprile 2014

Tu... Sorella

Una morbida aura ti circonda,
E ti inonda di mille e più colori,
I colori della tua anima,
Profumo intenso... Persistente...
Onestà, coraggio, coerenza,
Sensualità, erotismo, passione,
Sei dolce, volitiva, accogliente,
Sei entrata nella mia vita 
E l'hai illuminata di conforto e speranza,
Sorella nel sentire, sorella nel vivere,
Sorella d'anima e di cuore,
Sorella mia...

martedì 24 dicembre 2013

Desideri (21.05.1982)

Amami, come ami un bocciolo di rosa appena sbocciato,
Amami, come ami il sole all'alba, appena nato,
Amami, come ami le stelle, che spuntano dalle nubi di un cielo autunnale ribelle,
Amami, come ti amo io, con tutta me stessa, senza mai un addio,

Non permettere al tuo cuore, al tuo amore di evaporare, come rugiada al sole,
Non lasciare che si dissolva, come luci del tramonto a tarda sera,

Conservalo fresco, come la natura in primavera,
Vivo, come il rifrangersi dell'onda marina sugli scogli levigati,
Tenero, come il respiro di un bimbo,
Dolce, come un sorriso donato al prossimo,
Caldo, come una giornata estiva,
Appassionato, come una foresta fiammeggiante,
Eterno, come Dio,
In crescendo, come la lava sgorgante da un vulcano vivo,

Solo così rimarrà infinito,
Anche quando la nostra ora sarà arrivata,
E la nera signora ci porrà una mano sulla spalla,
Noi ci avvieremo sul nostro lungo cammino,

Ma il nostro amore non morrà,
Perché è stato tutto questo,
E continuerà ad esserlo,
Anche in un probabile aldilà.




giovedì 3 ottobre 2013

Povero Cuore

Hai preso il mio cuore,
Lo hai innalzato su un altare di pietre preziose,
Ed esistevano solo aurore variopinte e crepuscoli sensuali,
Amore coraggioso, intenso, vivo, unico... Afflato di vita...
Lo hai ripreso e posto in una caverna buia,
Fuori da lì anche le notti più nere sembrano luminose,
La nebbia fitta si mesce con orridi senza fine,
Il mio cuore, confuso, spaventato, spezzato, incredulo e distrutto si accascia sopraffatto dal dolore...
Preludio di morte...